Pieve di Santa Maria Maddalena
-

La Pieve di Santa Maria Maddalena si trova sul Colle Santino di Invillino, il quale si erge dalla pianura, alla sinistra del fiume Tagliamento, come un bastione roccioso, allungato in direzione est-ovest. 

La pieve

La Pieve di Santa Maria Maddalena si trova sul Colle Santino di Invillino, il quale si erge dalla pianura, alla sinistra del fiume Tagliamento, come un bastione roccioso, allungato in direzione est-ovest.  Le origini della Pieve di Santa Maria Maddalena vanno ricercate proprio nell’insediamento tardo antico del Colle Santino. Le indagini svolte all’interno della chiesa hanno infatti evidenziato la presenza di quattro edifici precedenti a quello attuale, collegati ad un castrum prima e un castello poi.

 

Visitare la Pieve

La chiesa attuale, nel suo impianto romanico a tre navate, risalirebbe alla seconda metà del XV secolo (1431) e sarebbe opera del mastro Stefano del fu Simone di Mena, carpentiere di Venzone. A lungo incompleto, l’edificio ha subito diversi rimaneggiamenti. Danneggiato gravemente da un sisma nel Settecento e poi di nuovo nel 1976, è stato restaurato negli anni Novanta cercando di ripristinarne l’aspetto più antico.

 

La facciata romanica a salienti conferisce all’edificio un aspetto al tempo stesso semplice e maestoso, esaltando il portale centrale dalle linee neoclassiche. In alto si possono ancora notare le tracce di una bifora ormai tamponata, memoria probabilmente di un antico campanile. La linea austera prosegue all’interno dell’edificio, dove il bianco delle pareti intonacate viene interrotto solo da alcuni elementi pietra a vista, come le solide colonne in conglomerato locale, intervallati ad alcuni stucchi neoclassici e pilastri ionici.

 

All’interno delle navate laterali, suddivise da quattro arcate, spiccano così gli altari impreziositi da policromie e dorature. Quello di destra in particolare reca la pala del 1570, San Giovanni Battista ed il Redentore di Giovanni Antonio Agostini. Al centro del coro spicca l’elemento di maggior pregio artistico, il polittico ligneo di Domenico da Tolmezzo, il maggiore intagliatore friulano del Quattrocento. Quello collocato nella pieve è una copia dell’originale del 1448, conservato attualmente nel Museo Diocesano d’Arte Sacra di Udine. Degno di nota tra gli arredi interni anche un tabernacolo in pietra con le figure dell’Annunciazione, opera del secolo XV.

 

[Fonte: Tra storia e fede - Guida artistica e archeologica alle Pievi e ai siti archeologici]

 

Info e contatti

Accesso

Nei pressi del campanile della Parrocchiale di Invillino, dedicata a San Pantalone e situata nel centro del paese, ha inizio la ripida salita percorribile in automobile che porta al Colle Santino, dove sorge la Pieve di Santa Maria Maddalena.

 

Visita il sito
www.camminodellepievi.it

Un'idea in più

Percorsi suggestivi, itinerari spettacolari, tesori nascosti.
Le nostre proposte per scoprire la Carnia
Art Park
Verzegnis

Art Park

Un singolare Parco di arte contemporanea, con installazioni di esponenti di Arte Povera, Land Art e Minimalismo.

Scopri
I sentieri della grande guerra
Itinerari

I sentieri della grande guerra

Suggestivi itinerari che spaziano da escursioni in quota a visite presso siti e luoghi storici, visite in musei e mostre permanenti.

Scopri
La via del marmo
Verzegnis

La via del marmo

Itinerario escursionistico alla scoperta dell'antica cava di marmo rosso di Verzegnis, una sorta di museo all’aria aperta di archeologia industriale

Scopri